Sono glisummer of love.jpg ultimi scampoli dell’estate che celebra il cinquantesimo anniversario della Summer of Love di San Francisco da cui partì la più grande rivoluzione culturale dello scorso secolo. Probabilmente non esiste forma d’arte che riesca a descrivere meglio la Summer of Love  della musica che ne caratterizzò il periodo storico. Sebbene questo movimento nuovo e sconvolgente sia durato il tempo di un’estate, esso condusse ad una e vera e propria rivoluzione culturale, che si diffuse velocemente in tutta la città, influenzando l’arte, la letteratura e, soprattutto, la musica che, da quel momento in poi, non fu più la stessa.

extranomicalSan FranciscoIl quartiere di Haight-Ashbury e il Golden Gate Park, considerati i centri nevralgici di questo movimento, cominciarono presto a pullulare di giovani che portavano dentro di loro il suono del cambiamento, un cambiamento dal quale la società (americana e mondiale) sarebbe uscita irrimediabilmente sconvolta.

A San Francisco, prima della rivoluzione “della controcultura”, esisteva già una scena musicale molto particolare che aveva contribuito a creare il cosiddetto “San Francisco Sound”. Questo genere, poi, subì gli esperimenti, le variazioni e le influenze dei nuovi creativi della Summer of Love che, durante quella famosa estate, cominciarono a recarsi in città per sperimentare la libertà artistica del periodo, dando vita a nuovi sound e giocando un ruolo fondamentale nella trasformazione della musica e nella produzione musicale degli anni che seguirono.

Ecco alcuni dei più importanti musicisti di quel periodo e di altri artisti la cui formazione musicale è stata ispirata proprio da quegli anni psichedelici…

  1. I Jefferson Airplane
    Pionieri del rock psichedelico, i Jefferson Airplane hanno praticamente reinventato il San Francisco Sound con energiche esibizioni live fornite di un gran numero di improvvisazioni e intense note di basso.
  2. I Grateful Dead
    Originari della zona di Palo Alto, i Grateful Dead hanno trasformato San Francisco nella propria casa, nella quale si sono anche esibiti per il loro primo concerto registrato, presso il Fillmore Auditorium.
  3. Janis Joplin
    Questa cantante leggendaria è stata una delle più grandi rockstar del suo tempo; purtroppo, ci ha lasciati troppo presto, all’età di 27 anni. È stato proprio al San Francisco Bay Area Pop Festival che la sua carriera ha subito un’impennata, permettendole di plasmare l’animo psichedelico di San Francisco collaborando con varie band. Amava frequentare il famoso Wild Side West, nel quale esibiva la sua personalità e il suo spirito libero, due aspetti che caratterizzarono non solo un genere musicale ma un intero movimento culturale.
  4. Tracy Chapman
    Residente a San Francisco da diverso tempo, sebbene appartenga ad un’altra generazione, ha iniziato la sua carriera musicale suonando tra la gente in strada, per poi spostarsi nelle caffetterie. Raggiunse la fama verso la fine degli anni ’80 e, da allora, ha mantenuto la sua posizione al centro della scena musicale fino ad oggi. La sua bellissima e poetica canzone “Fast Car” le fece raggiungere la fama internazionale, ma Tracy non ha mai dimenticato le proprie radici e ha continuato a fare tanta beneficienza e ad essere attiva nel sociale, oltre a partecipare ad eventi benefici come l’AIDS/Lifecycle.
  5. Gay Men’s Chorus
    Per concludere, vale la pena di ricordare che San Francisco è anche la casa del primo coro apertamente gay del mondo (nonché uno dei cori maschili esistenti più numerosi), che merita di essere citato nella nostra lista. Fondato durante gli anni ’70 del Novecento, questo coro è conosciuto per la sua poliedricità e tendenza a variare stili e generi musicali, anche molto diversi tra loro.

 

Per una playlist completa delle canzoni che hanno caratterizzato il periodo della Summer of Love, cliccare qui.

Per maggiori informazioni sulla città di San Francisco, visitare il sito www.sftravel.com

Regalaci un sorriso!
0

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Resta aggiornato su storie, viaggi ed eventi... Sulla Strada