I veri arrosticini abruzzesi si mangiano… a Roma, il 21 febbraio

Lo chef Cannavacciuolo ci ha preso una sbandata, scambiando la sua paternità – abruzzese, comprovata e indiscutibile – con presunte origini partenopee e scatenando la protesta degli abruzzesi, combattuta con passione e orgoglio, a suon di centinaia di post su Facebook.

arrosticini-abruzzesi-originali
I veri arrosticini abruzzesi – Domenica 21 febbraio a Roma, al Mercatino di Via Ugo Ojetti

D’altronde, quando si parla di arrosticini, è difficile mantenere l’aplomb, soprattutto a tavola. Gli spiedini di carne ovina nascono sul versante orientale del Gran Sasso, ma presto superano i confini abruzzesi diventando famosi in tutto lo stivale.

Ma come si cuociono gli arrosticini? Fuori dai confini abruzzesi, c’è chi si arrangia con il forno o la piastra. Purtroppo però, non vogliamo mentirvi, l’effetto non sarà mai come quello originale…
Gli arrosticini, infatti, tipicamente andrebbero cotti su un braciere speciale, dalla forma allungata, chiamato ‘fornacella’ e consumati con pane casereccio e olio extravergine di oliva, accompagnandoli con un buon vino o con una fresca birra artigianale.

Non è semplice mangiarli a Roma, o almeno non è facile trovarli buoni e cotti al punto giusto, in modo che la carne rimanga morbida e succosa. Domenica, per tutti gli amanti e i curiosi, sarà possibile trovare i veri arrosticini abruzzesi nel cuore di Talenti, all’interno del Mercatino di via Ugo Ojetti: un chilometro di golosità, artigianato, laboratori, fashion, design e ottimo streetfood con prodotto tipico regionale (dalle 9.00 alle 19.30).

Tra i vari stand di #streetfood e tipicità regionali, dalla Calabria al Trentino, c’è anche quello di Beer&Wine di Roberto D’Aquanno. Noi li abbiamo provati per voi e ve ne possiamo assicurare la genuinità e la bontà… C’è chi ha fatto anche il bis!

Jpeg
I veri arrosticini abruzzesi, domenica 21 febbraio 2016, a Roma (Mercatino di V. Ugo Ojetti) grazie a Roberto D’Aquanno e il suo Beer&Wine Street Food.

Cottura perfetta, carne morbida e succosa, focaccia e birra artigianale ad accompagnare il tutto. Gli arrosticini sono ottimi per grandi e per bambini, non contengono glutine e sono semplicissimi da mangiare mentre si passeggia tra i banchi del mercatino.

Se volete sentirvi dei veri abruzzesi, quando li ordinate, potete chiamarli “rustelle”, oppure “arrustelle”. Roberto vi sorriderà : -)

Buon appetito!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...