Alessio Virgili Andrea Cosimi John Tanzella

Come saranno le strade i Milano nel 2020? Di tutti i colori dell’arcobaleno. L’Associazione Internazionale del Turismo Gay & Lesbian oggi ha annunciato ufficialmente siamo noi italiani prescelti per la loro  37^ Global Convention Annuale nel 2020. Questa sarà la prima volta per l’Italia.  L’IGLTA racchiude il gotha del turismo  mondiale. Sono associati signori del mondo del turismo che portano cognomi come Hilton, non proprio Paris, quelli che i soldi li fanno, non quelli che li spendono per capirci.

“Ospitare a Milano la convention sul turismo Lgbt del 2020 – ha dichiarato Giuseppe Sala, sindaco di Milano – è per me motivo di orgoglio. Per questo, ringrazio di cuore l’associazione IGLTA nella persona del CEO John Tanzella, del Presidente del Board Juan Juliá e dell’Ambasciatore per l’Italia Alessio Virgili per aver scelto la nostra città”. “Siamo molto lieti di accogliere questo appuntamento: in questo modo, potremo contribuire con ancora più forza e determinazione alla crescita e al cambiamento culturale della nostra società”.

Il Consiglio di Amministrazione di IGLTA seleziona ogni anno la città che ospiterà la convention attraverso un ampio processo di selezione. Nel corso degli anni, la convention si è tenuta in varie città in Australia, Belgio, Brasile, Canada, Germania, Sud Africa, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti.

“Abbiamo otto città al di fuori degli Stati Uniti che hanno presentato l’offerta per ospitare la nostra convention nel 2020 e Milano è arrivata al primo posto”, ha dichiarato il presidente del CdA di IGLTA, Juan Julià. “Milano è un centro all’avanguardia per la vita LGBTQ in Italia, con colorati eventi di gay pride che attraggono 200.000 partecipanti ogni anno e circa 20 associazioni LGBTQ, tra cui una filiale di AITGL, l’associazione italiana del turismo gay e lesbian. Abbiamo anche assistito ai progressi dell’Italia per quanto riguarda i diritti LGBTQ negli ultimi anni, in particolare l’approvazione nel 2016 di una legge sulle unioni civili tra persone dello stesso sesso. Siamo certi che Milano offrirà un’ambientazione incredibile per la convention”.

Nel 2017, l’Ente Nazionale Italiano per il Turismo (ENIT) è diventato global partner di IGLTA, entrando a far parte di un gruppo di aziende e destinazioni di élite che si sono impegnate a sostenere tutto l’anno l’associazione e i viaggi LGBTQ-welcoming. “La scelta di Milano riafferma l’impegno dell’Ente Nazionale Italiano del Turismo per rafforzare l’immagine gay-friendly dell’Italia ” ha dichiarato il direttore esecutivo dell’ENIT, Giovanni Bastianelli.

 

Dietro questa scelta, e dietro le strade del 2020 ci sarà comunque il lavoro di tante persone.

Noi ne abbiamo conosciute due che si impegnano da tanti anni: Alessio Virgili, Amabasciatore per l’Italia di IGLTA e Presidente di AITGL, determinante per ottenere la candidature di Milano, e il suo compagno  Andrea Cosimi. Due pionieri di un mondo mig

 

liore, almeno nel turismo. Pensateli un po’ quando gli alberghi si riempiranno di delegati, le strade di colori, e noi saremo indicati, come faro di libertà e civiltà in Europa.

“Quando ho iniziato nel 2007 a fare business in Italia nel mercato LGBTQ, ho riscontrato molti ostacoli, ma con la collaborazione di una comunità imprenditoriale fortemente impegnata, abbiamo contribuito a cambiare le percezioni”, ha detto Alessio Virgili. “Oggi la cultura italiana è molto più aperta ed infatti, l’Italia è uno dei paesi con il maggior numero di soci IGLTA in Europa.”

Per maggiori informazioni, per favore visitate iglta.org/convention.

 

Regalaci un sorriso!
0

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Resta aggiornato su storie, viaggi ed eventi... Sulla Strada