Novità per tutti i ‘pizzavori’ romani! Stasera, giovedì 19 ottobre, apre Alma Buona, la nuova pizzeria di Prati, da un’idea di Massimo Sacco. Quattro impasti differenti, tutti con almeno 24 ore di lievitazione, quattro tipi di mozzarella e 5 dessert. Ogni pizza è personalizzabile in base ai propri gusti, ma la cosa più particolare è la filosofia fondante di Alma Buona.

Alma buona_pizzeria di Roma_farina integrale  Alma buona_pizzeria di Roma_farina integrale
“Ci siamo chiesti come sarà la pizzeria del futuro”, ci ha detto Massimo durante un incontro con stampa e blogger, e la risposta ruota intorno a 4 focus, che rappresentano il cuore di questo progetto:

1. Genuinità. Perché Massimo Sacco e il suo team hanno studiato le materie prime, prediligendo gli ingredienti più naturali e selezionando i fornitori in base all’impegno e alla genuinità delle lavorazioni. Provate ad assaggiare i fritti del menù… Croccanti, dorati, leggeri, saporiti: chi mai direbbe che, in realtà, sono fritti-non fritti? Una piacevole sorpresa 🙂

Alma buona_pizzeria di Roma_farina integrale

2.Ricerca. Tutto è iniziato quando Massimo Sacco ha letto una ricerca che evidenziava come il 70 per cento di tumori avesse una correlazione con l’alimentazione. “Con il mio team abbiamo effettuato ulteriori ricerche sul tema, leggendo studi e documentandoci in modo approfondito e abbiamo deciso di avviare un’attività di ristorazione evoluta partendo dalla domanda ‘Come sarà la pizzeria del futuro’?”.

3.Tradizione e territorio. L’importanza di tutelare le radici dell’alimento pizza e di rispettare il territorio sono alla base della cucina di Alma Buona. Un esempio? Al bando i fornitori che importano le materie prime dall’estero, come i caseifici che utilizzano la pasta filata tedesca. “Abbiamo cercato e trovato piccoli caseifici che sono molto rigorosi sia sugli ingredienti, sia sulle lavorazioni”.

4. Convivialità. Alma Buona è stato ideato come un luogo dove ci si riunisce per mangiare insieme, qualsiasi sia lo stile alimentare, allergie o intolleranze. A fianco dei tavoli ‘tradizionali’ sono previsti anche dei tavoli sociali: un’occasione in più per accrescere la propria cerchia amicale.

I quattro impasti tra cui è possibile scegliere:
✔️ Farina di grano tenero tipo 2
✔️ 100% Farina di kamut
✔️ 100% Farina di farro
✔️ Stagionale d’autunno: 100% farro con aggiunta di curcuma attivata

Quest’ultimo, l’impasto stagionale’, cambia in base alle stagioni, appunto. Se in autunno il farro è accompagnato dalla curcuma, antiossidante e antinfiammatorio naturale, in estate è il fungho miracoloso (Ganoderma Lucidum) ad arricchirlo. In Primavera, invece, l’impasto sarà di farro e spirulina, mentre in estate il connubio vincente è farro e zeolite alimentare.

Più ‘Alma buona’ di così! 🙂

Regalaci un sorriso!
0

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Resta aggiornato su storie, viaggi ed eventi... Sulla Strada